Autori

GLI OSPITI [in ordine alfabetico]

 05 Marco Belpoliti 4

Giovedi 19 novembre, ore 20.30

Treviglio

TNT Teatro Nuovo

piazza Garibaldi

 

"TESTIMONE"

presenta Fabio Cleto 

Marco Belpoliti (Reggio Emilia, 1954), scrittore, saggista e critico letterario, insegna Letteratura italiana contemporanea e Sociologia della letteratura all'Università di Bergamo. Tra i suoi numerosissimi volumi: L’occhio di Calvino (Einaudi 1996, 2006), Primo Levi (Bruno Mondadori 1998), Settanta (Einaudi 2001), Doppio zero. Una mappa portatile della contemporaneità (Einaudi 2003), Crolli (Einaudi 2005), Il tramezzino del dinosauro (Guanda 2008), Il corpo del Capo (Guanda 2009, apparso anche in Francia), Senza vergogna (Guanda 2009), La canottiera di Bossi (Guanda 2012), Da quella prigione. Moro, Warhol e le Brigate Rosse (Guanda 2012), Il segreto di Goya (Johan & Levi 2013), L’età dell'estremismo (Guanda 2014) e Primo Levi di fronte e di profilo (Guanda 2015). Dirige con Elio Grazioli la collana Riga per le edizioni Marcos y Marcos; ha curato le opere di Primo Levi per Einaudi, e ha collaborato alla sceneggiatura di La strada di Levi, un film di Davide Ferrario di cui serba traccia La prova (Einaudi 2007); con Stefano Chiodi è direttore editoriale del sito culturale Doppiozero; collabora a La Stampa e L’Espresso.

Bibliografia essenziale
- Peter Burke, Testimoni oculari. Il significato storico delle immagini (Carocci 2002, 2013)
- Giuliana Mazzoni, Psicologia della testimonianza (Carocci 2011)
- Marco Dinoi, Lo sguardo e l’evento. I media, la memoria, il cinema (Le Lettere 2008)
- Marco Belpoliti, Primo Levi di fronte e di profilo (Guanda 2015)

Filmografia minima
- La tregua (1997) di Francesco Rosi
- La strada di Levi (2006) di Davide Ferrario
- Redacted (2007) di Brian De Palma

   

 02 Oliviero Bergamini 1

Mercoledì 21 ottobre, ore 20.30 

Albino

Auditorium "B. e M. Cuminetti"

viale Aldo Moro, 2/4

 

"GUERRA"

presenta Fabio Cleto

Oliviero Bergamini (Bergamo 1962), giornalista e storico, è autore di diversi volumi di storia politico-militare e del giornalismo. Tra questi, Storia degli Stati Uniti (Laterza, 2002, 2010), Democrazia in America? Il sistema politico e sociale degli Stati Uniti (Ombre Corte, 2004), La democrazia della stampa. Storia del giornalismo (Laterza 2006, 2013), Specchi di guerra. Giornalismo e conflitti armati da Napoleone ai giorni nostri (Laterza 2009), Da Wall Street a Big Sur. Un viaggio in America (Laterza 2012). Ha insegnato Storia contemporanea, Storia degli Stati Uniti e Storia del giornalismo presso le università di Genova e di Bergamo. È stato inviato speciale della redazione Esteri del TG3, realizzando servizi e reportage in diverse aree di crisi come Cecenia, Afghanistan, Iraq, Libano, Birmania, Yemen, etc. Attualmente è caporedattore della Redazione Esteri del TG1.

Bibliografia essenziale

-Oliviero Bergamini, Specchi di guerra. Giornalismo e conflitti armati da Napoleone ai giorni nostri (Laterza 2009)
-Mimmo Candito, I reporter di guerra. Storia di un giornalismo difficile da Hemingway a internet (Dalai 2009)
-Rossella Rega, Mediaguerra. Raccontare i conflitti contemporanei (Manni 2005)
-Giaime Alonge, Cinema e guerra. Il film, la grande guerra e l'immaginario bellico del Novecento (Utet Università 2012)
-John Keegan, La grande Storia della guerra. Dalla preistoria ai giorni nostri (Mondadori 1994)
-Paolo Rumiz, Maschere per un massacro. Quello che non abbiamo voluto sapere della guerra in Jugoslavia (1996; Feltrinelli 2012)

Filmografia minima
- Apocalypse Now (1979) di Francis Ford Coppola
- Urla del silenzio (The Killing Fields, 1984) di Roland Joffé
- Full Metal Jacket (1987) di Stanley Kubrick
- Underground (Podzemlje, 1995) di Emir Kusturica
- La sottile linea rossa (The Thin Red Line, 1998) di Terrence Malick
- No Man’s Land (Ničija zemlja, 2001) di Danis Tanović
- Ilaria Alpi - Il più crudele dei giorni (2003) di Ferdinando Vicentini Orgnani

   

 06 giovanni boccia artieri 2

 Venerdì 20 novembre, ore 20.30

Ranica

Centro culturale "R.Gritti"

passaggio Sciopero di Ranica 1909

 

"CONNESSIONE"

presenta Fabio Cleto

Giovanni Boccia Artieri (Bologna, 1967) è docente di Sociologia dei media digitali e Internet studies all’Università di Urbino Carlo Bo, dove presiede il Corso di laurea in Informazione, Media, Pubblicità e coordina il Dottorato di ricerca in Sociologia della Comunicazione e Scienze dello Spettacolo. Si occupa delle culture della Rete e delle mutazioni digitali, prestando particolare attenzione a come i social media cambiano il nostro modo di essere pubblici, cittadini e consumatori. Fra i suoi volumi, Lo sguardo virtuale (FrancoAngeli 1998, 2003), I media mondo. Forme e linguaggi dell’esperienza contemporanea (Meltemi 2004), Facebook per genitori (40k 2011), Stati di connessione. Pubblici, cittadini e consumatori nella (Social) Network Society (FrancoAngeli 2012) e Gli effetti sociali del web (a cura, FrancoAngeli 2015). Cura dal 2004 il blog Mediamondo e cura la rubrica Post-Bit sulle culture digitali per Doppiozero.

Bibliografia essenziale

-Henry Jenkins, Cultura convergente (Apogeo, 2007)
-Giovanni Boccia Artieri, Facebook per genitori (40k 2011)
-Giovanni Boccia Artieri, Stati di connessione. Pubblici, cittadini e consumatori nella (Social) Network Society (FrancoAngeli 2012)
-Geert Lovink, Ossessioni collettive. Critica dei social media (EGEA, 2012)
-Danah Boyd, t’s complicated. La vita sociale degli adolescenti sul web (Castelvecchi 2015)
-Lee Rainie e Barry Wellman, Networked. Il nuovo sistema operativo sociale (Guerini, 2013)

Filmografia minima

-The Social Network (2010) di David Fincher
-Catfish (2010) di Henry Joost e Ariel Schulman
-Acht Blumen (2011) di Timo von Gunten
-The Real Social Network (2012) di L. Fales, I.Thompson e S.Keca
-Citizenfour (2014) di Laura Poitras
-Men, Women & Children (2014) di Jason Reitman

   

Candiani

Venerdì 27 novembre, ore 20.30

Ranica

Centro cultura "R.Gritti"

Passaggio Sciopero di Ranica 1909

 presenta Giovanna Zoboli

!!!!!!!!!

Incontro rimandato
al 5 marzo 2016
ore 18,00 

Chandra Livia Candiani è nata a Milano nel 1952. È traduttrice di testi buddhisti e tiene corsi di meditazione. Ha pubblicato le raccolte di poesie Fiabe vegetali (Aelia Laelia 1984), Io con vestito leggero (Campanotto 2005), La nave di nebbia. Ninnananne per il mondo (La biblioteca di Vivarium 2005), La porta (La biblioteca di Vivarium 2006), Bevendo il tè con i morti (Viennepierre 2007) e La bambina pugile ovvero la precisione dell'amore (Einaudi 2014).
È presente in Antologia della poesia femminista italiana, Savelli 1978, Poesia degli anni Settanta, Feltrinelli 1979, La pratica del desiderio, Sascia 1986, Sette poeti del premio Montale, Crocetti 2002 e nell'antologia Nuovi poeti italiani 6, Einaudi 2012.
   

 07 Bruno Cartosio 1

Martedì 24 novembre, ore 20.30

Albino

Auditorium "B. e M. Cuminetti"

viale Aldo Moro, 2/4

 

"AMERICA"

presenta Fabio Cleto

Bruno Cartosio (Tortona, 1943) è stato docente di Storia dell’America del Nord all’Università di Bergamo, dove ha presieduto la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dal 2008 al 2012. Si occupa da anni di storia sociale e culturale degli Stati Uniti. Ha fondato e diretto, con Alessandro Portelli, Ácoma. Rivista Internazionale di Studi Nordamericani. Tra i suoi volumi: Anni inquieti. Società, media, ideologie negli Stati Uniti da Truman a Kennedy (Editori Riuniti 1992), Da New York a Santa Fe. Terra, culture native, artisti e scrittori nel Sudovest (Giunti 1999), Più temuti che amati. Gli Stati Uniti nel nuovo secolo (Shake 2005), New York e il moderno. Società, arte e architettura nella metropoli americana, 1876-1917 (Feltrinelli 2007), Stati Uniti contemporanei. Dalla guerra civile a oggi (Giunti 2010), I lunghi anni sessanta. Movimenti sociali e cultura politica negli Stati Uniti (Feltrinelli 2012) e La grande frattura. Concentrazione della ricchezza e disuguaglianze sociali negli Stati Uniti (ombre corte 2013).

Bibliografia essenziale

-Victoria De Grazia, L’impero irresistibile. La società dei consumi americana alla conquista del mondo (Einaudi 2006)
-Mario Del Pero, Libertà e impero. Gli Stati Uniti e il mondo 1776-2006 (Laterza 2008)
-Bruno Cartosio, Stati Uniti contemporanei. Dalla guerra civile a oggi (Giunti 2010)
-Bruno Cartosio, I lunghi anni sessanta. Movimenti sociali e cultura politica negli Stati Uniti (Feltrinelli 2012)
-Eric Foner, Storia della libertà americana (Donzelli 2000)
-Bruno Cartosio, New York e il moderno. Società, arte e architettura nella metropoli americana, 1876-1917 (Feltrinelli 2007)

Filmografia minima
-Easy Rider (1969) di Dennis Hopper
-Nashville (1975) di Robert Altman
-The Blues Brothers (1980) di John Landis
-Fa’ la cosa giusta (Do the Right Thing, 1989) di Spike Lee
-America oggi (Short Cuts, 1993) di Robert Altman
-Magnolia (1999) di Paul Thomas Anderson
-Revolutionary Road (2008) di Sam Mendes

   

 COGNETTI

Giovedì 29 ottobre, ore 20.30

Albino

Auditorium "B. e M. Cuminetti"

viale Aldo Moro, 2/4

 

presenta Raul Montanari

 

Paolo Cognetti (Milano, 1978). Ha sempre avuto una predilezione per il racconto breve americano, che da Hawthorne e Poe arriva fino ad Alice Munro, passando per Hemingway, Salinger e Carver. Come narratore è stato naturale scegliere la stessa forma: ha pubblicato finora tre raccolte di racconti - Manuale per ragazze di successo (2004), Una cosa piccola che sta per esplodere (2007), Sofia si veste sempre di nero (2012) - tutte uscite per Minimum fax. La passione per l'America l'ha portato a realizzare documentari su New York (Scrivere New York del 2004, ritratti di scrittori newyorkesi) e due libri di viaggio: New York è una finestra senza tende (Laterza 2010) e Tutte le mie preghiere guardano verso ovest (Edt 2014). La sua altra passione, quella per la montagna, l'ha spinto a vivere diversi mesi l’anno in Val d'Aosta. Su un'esperienza di eremitaggio in baita ha scritto Il ragazzo selvatico (Terre di mezzo 2013). Il suo ultimo lavoro è una raccolta di meditazioni sull'arte di leggere e scrivere racconti, A pesca nelle pozze più profonde (Minimum fax 2014).

 I suoi film preferiti

- In mezzo scorre il fiume di Robert Redford
- I segreti di Brokeback Mountain di Ang Lee
- Into the Wild di Sean Penn

   

 ERVAS

Mercoledì 21 novembre, ore 20.30

Seriate

Cineteatro "G.Gavazzeni"

piazza Cattaneo, 1

 

presenta Stefano Rinaldi

Fulvio Ervas è nato nell’entroterra veneziano, nel 1955. Affascinato dalle particelle elementari, da tutti gli animali e dalle storie, insegna scienze naturali.

Il suo primo romanzo (La lotteria) parla di nani e di balene, il secondo apre la serie dell’ispettore Stucky (Commesse di Treviso, Pinguini arrosto, Buffalo Bill a Venezia, Finché c’è prosecco c’è speranza, L’amore è idrosolubile, Si fa presto a dire Adriatico). Succulente parla di Portogallo e di mancanza.
Se ti abbraccio non aver paura, che racconta il viaggio in moto per le Americhe di un padre con il figlio autistico, ha vinto molti premi, è stato tradotto in nove lingue e ha dominato a lungo le classifiche dei libri più venduti.
Tu non tacere è il romanzo dove interpreta più scopertamente se stesso, al punto che mentre lo scriveva, d’un tratto, tra narrazione e realtà sono caduti i confini: il romanzo è entrato nella vita e la vita nel romanzo, con un travaso inaspettato di emozioni e verità.

I suoi film preferiti
- Blade runner di Ridley Scott
- Into the wild di Sean Penn
- Brazil di Terry Gilliam

   

 GEDA

Giovedì 10 dicembre, ore 20.30

Martinengo

Auditorium "Il Filandone"

via Allegreni

 

presenta Giorgio Personelli

Fabio Geda è nato nel 1972 a Torino, dove vive. Per circa dodici anni, prima di dedicarsi a tempo pieno alla narrazione, si è occupato di disagio minorile. Ha pubblicato i romanzi Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani (2007), L’esatta sequenza dei gesti (2008), Nel mare ci sono i coccodrilli (2010), L’estate alla fine del secolo (2011) e Se la vita che salvi è la tua (2014). Ha pubblicato un monologo sul carcere, La bellezza nonostante, e un reportage da Tokyo, Itadakimasu. Ha da poco cominciato a pubblicare una saga per ragazzi,  Berlin, composta da sette libri che usciranno uno ogni sei mesi a partire da ottobre 2015. Collabora con La Stampa e con il Salone del Libro di Torino. Di tanto in tanto insegna scrittura creativa presso la Scuola Holden.

I suoi film preferiti

- Il figlio di Jean-Pierre e Luc Dardenne
- Mud di Jeff Nichols
- Welcome di Philippe Lioret

   

 GAMBERALE

27 febbraio 2016, ore 18.00

Treviglio

TNT Teatro Nuovo

piazza Garibaldi

 

presenta Raul Montanari

Chiara Gamberale è nata nel 1977 a Roma, dove vive. Ha esordito nel 1999 con Una vita sottile (Marsilio) al quale sono seguiti Color lucciola (Marsilio, 2001), Arrivano i pagliacci (Bompiani, 2003), La zona cieca (Bompiani, 2008, Premio Campiello Giuria dei Letterati), Le luci nelle case degli altri (Mondadori, 2010), Per dieci minuti (Feltrinelli, 2012) e, a quattro mani con Massimo Gramellini, Avrò cura di te (Longanesi, 2014). E’ autrice e conduttrice di programmi televisivi e radiofonici come Quarto piano scala a destra (Rai Tre), Gap (Rai Uno), Trovati un bravo ragazzo (Radio 24) e Io, Chiara e l’oscuro (Radio Rai Due). Collabora con Vanity Fair,Io donna e La Stampa.

I suoi film preferiti

- Otto e 1/2 di Federico Fellini
- Le onde del destino di Lars von Triers
- Kill Bill di Quentin Tarantino

   

 Manzini

Sabato 31 ottobre, ore 18.00

Caravaggio

Auditorium Centro Civico San Bernardino

viale Papa Giovanni XXIII, 17

 

presenta Romano De Marco

Antonio Manzini si diploma come attore all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma nel 1988. Come sceneggiatore ha scritto il film Il siero della vanità per la regia di Infascelli e Come Dio comanda per la regia di Salvatores. Per la televisione ha scritto - fra gli altri - il film Il delitto di Via Poma per la regia di Faenza, numerosi episodi di Squadra antimafia; è stato editor e sceneggiatore per la serie Benvenuti a tavola 2 e per Buscetta boss dei due mondi.

Ha pubblicato nel 2005 il suo primo romanzo, Sangue Marcio per Fazi editore.

Nel 2007, La giostra dei criceti esce per Einaudi come due racconti con Niccolò Ammaniti: Il mio tesoro e Giochiamo, editi nelle raccolte Crimini e in Il momento è delicato.

Attualmente pubblica per Sellerio: Pista nera, La costola di Adamo e Non è stagione, Era di maggio sono romanzi con il protagonista Rocco Schiavone. Sempre per Sellerio ha pubblicato sei racconti in altrettante raccolte gialle.

I suoi film preferiti

- L’armata Brancaleone di Mario Monicelli
- 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrick
- Roma di Federico Fellini

   

 Mastrocola

Giovedi 26 novembre, ore 20.30

Nembro

Auditorium Modernissimo

piazza Libertà

 

presenta Giorgio Personelli

Paola Mastrocola è nata a Torino nel 1956 e insegna lettere in un liceo scientifico. Fino al 1998 si dedica al teatro, alla poesia e alla ricerca letteraria. Pubblica libri di poesie nel 1991 e nel 1998 e nel 1999 vince il Premio Montale per la poesia inedita.
Nel 1999 si aggiudica anche il Premio Calvino per l’inedito con La gallina volante. È il suo esordio nella narrativa: il romanzo viene pubblicato da Guanda, e vince numerosi premi. Nel 2001 esce Palline di pane (finalista al Premio Strega); nel 2004 Una barca nel bosco e il pamphlet narrativo La scuola raccontata al mio cane; nel 2005 il romanzo-favola Che animale sei?. Seguono: Più lontana della luna (2007), E se covano i lupi (2008), La narice del coniglio(2009), La felicità del galleggiante (2010), Togliamo il disturbo. Saggio sulla libertà di non studiare (2011), Facebook in the Rain (2012) e  Non so niente di te (2013). Il suo ultimo romanzo è  L’esercito delle cose inutili (2015).

 

   

 10 Nando Pagnoncelli 1

Sabato 12 dicembre, ore 18.00

Martinengo

Auditorium "Il Filandone"

via Allegreni

 

"OPINIONE"

presenta Fabio Cleto

Nando Pagnoncelli (Bergamo, 1959) è presidente di Ipsos Italia, gruppo leader nel settore delle ricerche di mercato e di opinione. Dal 2004 ha partecipato regolarmente alla trasmissione Ballarò (RaiTre) condotta da Giovanni Floris; è diventato poi il sondaggista di riferimento della trasmissione Dimartedì, in onda su La7. Ha curato una rubrica di sondaggi sul Messaggero, e attualmente cura la rubrica Scenari sul Corriere della Sera. Ha un incarico di docenza in Analisi della pubblica opinione presso l’Università Cattolica di Milano. È direttore scientifico del corso di comunicazione politica OPERA (Opinione pubblica e Rappresentanza) presso l’università Carlo Bo di Urbino. Ha pubblicato Opinioni in percentuale. I sondaggi tra politica e informazione (Laterza, 2001), L’elettore difficile. Cosa influenza il voto degli italiani? (con Andrea Vannucci, Il Mulino, 2006), Le opinioni degli italiani. Non sono un’opinione (intervista di Mauro Broggi, La Scuola, 2011), Come siamo cambiati (Gabrielli 2015) e Le mutazioni del signor Rossi (EDB, 2015).

Bibliografia essenziale

-Paolo Natale, Il sondaggio (Laterza 2004)
-Nando Pagnoncelli, Opinioni in percentuale. I sondaggi tra politica e informazione (Laterza, 2001)
-Giorgio Grossi, L’opinione pubblica. Teoria del campo demoscopico (Laterza 2004)
-Gianpietro Mazzoleni e Anna Sfardini, Politica pop. Da “Porta a porta” a “L’isola dei famosi” (il Mulino 2009)
-Piergiorgio Corbetta e Giancarlo Gasperoni, I sondaggi politici nelle democrazie contemporanee (il Mulino 2007)
-Lorenzo Mosca e Cristian Vaccari (a cura di), Nuovi media, nuova politica? Partecipazione e mobilitazione online da MoveOn al Movimento 5 stelle (FrancoAngeli 2011)

Filmografia minima

-Quinto Potere (Network, 1976) di Sidney Lumet
-Sesso & potere (Wag the Dog, 1997) di Barry Levinson
-I colori della vittoria (Primary Colors, 1998) di Mike Nichols
-L’uomo dell’anno (Man of the Year, 2006) di Barry Levinson
-Le idi di marzo (The Ides of March, 2011) di George Clooney
-Candidato a sorpresa (The Campaign, 2012) di Jay Roach
-Game Change (2012) di Jay Roach

   
 PEANO

 Sabato 10 ottobre, ore 18.00

Pradalunga

Auditorium Scuola Media "Paolo VI"

via Aldo Moro, 5

 

presenta Raul Montanari

Marco Peano, è nato a Torino nel 1979. Si occupa di narrativa italiana per la casa editrice Einaudi. L'invenzione della madre (Minimum fax 2015) è il suo primo romanzo.

I suoi film preferiti

- La donna che visse due volte di Alfred Hitchcock
- Profondo rosso di Dario Argento
- Ed Wood di Tim Burton

   

 04 Stefano Petrucciani

Lunedì 16 novembre, ore 20.30

Trescore Balneario

Cineteatro Nuovo

via Locatelli, 104

 

"DEMOCRAZIA"

presenta Fabio Cleto

Stefano Petrucciani (Roma, 1953) è docente di Filosofia Politica all’Università di Roma La Sapienza, dove dirige il Dipartimento di Filosofia, e presidente della Società italiana di filosofia politica. È direttore responsabile della rivista Politica e società, edita da ll Mulino. Si è occupato del rapporto tra filosofia e società politica nell'età contemporanea, con particolare riferimento allo statuto della democrazia deliberativa, all'etica del discorso e ai concetti di libertà, socialismo e comunitarismo. Ha indagato inoltre il pensiero di Marx e la sua presenza nel dibattito filosofico-politico contemporaneo. Curatore di numerose edizioni italiane delle opere di Adorno e Horkheimer, ha pubblicato numerosi volumi tra cui Introduzione a Habermas (Laterza 2000), Modelli di filosofia politica (Einaudi 2003, tradotto anche in spagnolo per le edizioni Amorrortu nel 2008), Introduzione a Adorno (Laterza 2007), Marx (Carocci, 2009), A lezione da Marx (manifestolibri 2012, 2014), Democrazia (Einaudi 2014).

Bibliografia essenziale

-David Held, Modelli di democrazia (il Mulino 2007)
-Stefano Petrucciani, Democrazia (Einaudi 2014)
-Stefano Petrucciani, Modelli di filosofia politica (Einaudi 2003)
-Luciano Canfora e Gustavo Zagrebelsky, La maschera democratica dell’oligarchia. Un dialogo, a cura di G. Preterossi (Laterza 2014)

Filmografia minima
-Il candidato (The Candidate, 1972) di Michael Ritchie
-Il portaborse (1991) di Daniele Luchetti
-Il caimano (2006) di Nanni Moretti
-The Queen - La regina (The Queen, 2006) di Stephen Frears
-Il divo (2008), di Paolo Sorrentino

   
 RICCI

 Giovedì 22 ottobre, ore 20.30

Alzano Lombardo

Auditorium Montecchio

via Paglia, 11

 

presenta Raul Montanari

Luca Ricci è nato a Pisa nel 1974 e vive a Roma. Ha scritto Il piede nel letto (Alacran 2005, Premio Cocito Montà d’Alba), L’amore e altre forme d’odio (Einaudi 2006, Premio Chiara), La persecuzione del rigorista (Einaudi 2008), Come scrivere un best seller in 57 giorni (Laterza 2009), Mabel dice sì (Einaudi 2012), Ferragosto addio! (Einaudi 2013), Fantasmi dell’aldiquà (La scuola di Pitagora 2014).
Andrea Cortellessa nell’antologia La terra della prosa (L’Orma editore 2014) lo ha definito “il più consumato virtuoso della tecnica del racconto in Italia”. Collabora alle pagine culturali del Corriere della Sera e del Messaggero.

I suoi film preferiti

- La finestra sul cortile di Alfred Hitchcock
- I guerrieri della notte di Walter Hill

- Lo squalo di Steven Spielberg

 

   

 ROBECCHI

Sabato 24 ottobre, ore 18.00

Ponteranica

Auditorium comunale 

via Valbona, 73

 

presenta Raul Montanari

Alessandro Robecchi è giornalista, scrittore e autore televisivo, scrive per Il Fatto Quotidiano, Micromega e altri giornali. E’ tra gli autori dei testi di Maurizio Crozza in televisione e in teatro. In Rai (Rai Tre) ha firmato i corsivi di Ballarò, le strisce quotidiane Verba Volant e Figu, album di persone notevoli, e ha condotto Doc3, programma di documentari d’autore. Ha fatto il critico musicale per l’Unità e il Mucchio Selvaggio, l’editorialista a il manifesto, il caporedattore a Cuore, settimanale di resistenza umana. E’ stato direttore dei programmi di Radio Popolare Network, per cui ha realizzato la striscia satirica quotidiana Piovono Pietre (Premio Forte dei Marmi per la satira politica nel 2001). Ha scritto una biografia di Manu Chao tradotta in sei lingue (Manu Chao, Musica y libertad, Spering & Kupfer, 2001), il pamphlet satirico Piovono Pietre (Laterza, 2011). Ha esordito nella narrativa nel 2014 con Questa non è una canzone d’amore, cui è seguito Dove sei stanotte (2015, Sellerio)

I suoi film preferiti
- Romanzo popolare di Mario Monicelli
- I lunedì al sole di Fernando Lèon de Aranoa
- Samba di Eric Toledano

   

 03 chiara saraceno 1

Venerdì 30 ottobre, ore 20.30

Seriate

Auditorium Biblioteca civica

"G. Gambirasio"

 

"FAMIGLIA"

presenta Fabio Cleto

Chiara Saraceno (Milano, 1941), sociologa di chiara fama, ha insegnato Sociologia della famiglia all’Università di Torino, dove ha diretto il Dipartimento di Scienze Sociali e il Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche delle Donne. Nominata Grand’ufficiale della Repubblica Italiana nel 2005, è autrice di numerosi testi sul cambiamento della famiglia e sulle politiche famigliari, sulla povertà e sulle politiche sociali, sulle problematiche di genere e femminili. Tra le sue pubblicazioni recenti, Mutamenti della famiglia e politiche sociali in Italia (Il Mulino 2003), Onora il padre e la madre (con Giuseppe Laras, il Mulino 2010), Cittadini a metà (Rizzoli 2012), Conciliare famiglia e lavoro (con Manuela Naldini, il Mulino 2011), Coppie e famiglie. Non è questione di natura (Feltrinelli 2012), Sociologia della famiglia (con Manuela Naldini, il Mulino 2013), Eredità (Rosenberg & Sellier 2013), Il welfare. Modelli e dilemmi della cittadinanza sociale (il Mulino, 2013), Il lavoro non basta. La povertà in Europa negli anni della crisi (Feltrinelli 2015).

Bibliografia minima

Manuela Naldini e Chiara Saraceno, Sociologia della famiglia (il Mulino 2013)
Chiara Saraceno, Coppie e famiglie. Non è questione di natura (Feltrinelli 2012)
Alberto Melloni, Amore senza fine, amore senza fini. Appunti di storia su chiese, matrimoni e famiglie (il Mulino 2015)
Giuseppe Laras e Chiara Saraceno, Onora il padre e la madre (il Mulino 2010)
Chiara Saraceno, Eredità (Rosenberg & Sellier 2013)

Filmografia minima
-La famiglia (1987) di Ettore Scola
-American Beauty (1999) di Sam Mendes
-La nostra vita (2010) di Daniele Luchetti
-I ragazzi stanno bene (The Kids Are All Right, 2010) di Lisa Cholodenko
-Gli equilibristi (2012) di Ivano De Matteo

   

 SANTAGATA

Sabato 14 novembre, ore 18.00

Romano di Lombardia

Sala Palazzo Muratori

piazza Roma

 

presenta Raul Montanari

Marco Santagata insegna Letteratura italiana all’Università di Pisa. La sua attività di studioso è rivolta soprattutto alla poesia dei primi secoli, con una particolare attenzione a Dante e a Petrarca. Su Dante, di cui cura per i Meridiani Mondadori l’edizione commentata delle Opere, ha scritto fra l’altro la biografia Dante. Il romanzo della sua vita, Mondadori, 2012, premio Comisso 2013. Tra i lavori petrarcheschi si segnalano il commento al Canzoniere (Mondadori, 2004), I frammenti dell’anima (il Mulino 2011) e L’amoroso pensiero ( Mondadori 2014). Si è inoltre occupato di Leopardi, di Pascoli e D’Annunzio.
Accanto a quella scientifica svolge anche una attività di narratore: il romanzo Il Maestro dei santi pallidi (Guanda 2002) ha vinto il premio Campiello 2003; Come donna innamorata (Guanda 2015) è stato finalista al premio Strega.

I suoi film preferiti
- Hiroshima mon amour di Alain Resnais

- Nostra signora dei turchi di Carmelo Bene
- Amarcord di Federico Fellini

   

 Scurati

Giovedì 12 novembre, ore 20.30

Treviglio

TNT Teatro Nuovo

piazza Garibaldi

 

presenta Raul Montanari

Antonio Scurati (Napoli 1969) è ricercatore alla Iulm di Milano e membro del Centro studi sui linguaggi della guerra e della violenza. Ha scritto i saggi Guerra. Narrazioni e culture nella tradizione occidentale (2003, finalista al Premio Viareggio) e Televisioni di guerra (2003). Bompiani ha pubblicato, in versione aggiornata, il suo romanzo d’esordio Il rumore sordo della battaglia (2006, Premio Fregene, Premio Chianciano), i saggi La letteratura dell’inesperienza (2006), Gli anni che non stiamo vivendo (2010), Letteratura e sopravvivenza (2012) e i romanzi Il sopravvissuto, con cui l’autore ha vinto ex aequo la XLIII edizione del Premio Campiello, Una storia romantica (2007, Premio SuperMondello), Il bambino che sognava la fine del mondo, finalista al Premio Strega 2009. Del 2011 il romanzo, uscito sempre per Bompiani, La seconda mezzanotte e del 2013 Il padre infedele, ancora finalista al Premio Strega.
Il suo ultimo romanzo è Il tempo migliore della nostra vita, uscito quest’anno.

 

   

 Torchio

Sabato 17 ottobre, ore 18.00

Leffe

"Auditorium "Pezzoli"

via Passaggio Musicanti Leffesi, 14

 

presenta Romano De Marco

Maurizio Torchio è nato a Torino nel 1970. Laureato in filosofia e dottorato in sociologia della comunicazione. Lavora al Centro Storico Fiat.
Ha girato un documentario Votate agli stipendi Fiat (2003), pubblicato un libro di racconti Tecnologie affettive (Sironi, 2004) e due romanzi per Einaudi (Piccoli animali nel 2009 e Cattivi nel 2015). Vive a Milano.

I suoi film preferiti

- Paese del silenzio e dell'oscurità di Werner Herzog
- The act of killing di Joshua Oppenheimer
- Blancanieves di Pablo Berger

   

 VARESI

Giovedì 5 novembre, ore 20.30

Villa di Serio

Auditorium
Biblioteca comunale popolare

via Papa Giovanni XXIII, 60

 

presenta Luca Crovi

Valerio Varesi è nato a Torino nel 1959. Vive e lavora a Parma. Esordisce nel ’98 con Ultime notizie di una fuga (Mobydick), cui fanno seguito Bersaglio l’oblio (Diabasis) e Il cineclub del mistero (Passigli). Dal 2003 pubblica con Frassinelli: Il fiume delle nebbie, L’affittacamere, Le ombre di Montelupo, Oro, incenso e polvere, A mani vuote, La casa del comandante, Il commissario Sonerie la mano di Dio, E’ solo l’inizio commissario Soneri e il recente Il commissario Soneri e la strategia della lucertola. Nel 2005 il commissario Soneri, protagonista di questi romanzi, è diventato un personaggio televisivo in tre serie su Rai2. Oltre ai gialli ha scritto Il labirinto di ghiaccio (Mup), Il paese di Saimir (Edizioni Ambiente) e Le imperfezioni (Frassinelli). Un’analisi storica del nostro recente passato attraversa romanzi come La sentenza e Il rivoluzionario), Lo stato di ebbrezza, sempre per l’editore Frassinelli. Ha vinto numerosi premi letterari.

I suoi film preferiti

- Amarcord di Federico Fellini
- 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrick
- Dersu Uzala di Akira Kurosawa

   

 09 Giorgio Vasta 1

 Sabato 5 dicembre, ore 18.00

Alzano Lombardo

Auditorium Montecchio

via Paglia, 11

 

"MERAVIGLIA"

presenta Fabio Cleto

Giorgio Vasta (Palermo, 1970), scrittore e saggista, vive e lavora a Roma. Fra le sue pubblicazioni, il romanzo Il tempo materiale (minimum fax 2008, Premio Città di Viagrande 2010, Prix Ulysse du Premier Roman 2011, uscito anche in Francia, Germania, Austria, Svizzera, Olanda, Spagna, Ungheria, Repubblica Ceca, Stati Uniti e Inghilterra, selezionato al Premio Strega 2009, finalista al Premio Dessì, al Premio Berto e al Premio Dedalus), Spaesamento (Laterza 2010, finalista Premio Bergamo, uscito in Francia), Presente (Einaudi 2012, con Andrea Bajani, Michela Murgia, Paolo Nori). Con Emma Dante, e con la collaborazione di Licia Eminenti, ha scritto la sceneggiatura del film Via Castellana Bandiera (2013), in concorso alla 70a edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Collabora con la Repubblica, Il Venerdì, il Sole 24 ore e il manifesto, e scrive sul blog culturale minimaetmoralia.com. Nel 2010 ha vinto il premio “Lo Straniero” e il premio “Dal testo allo schermo” del Salina Doc Festival. A febbraio del 2016, per Quodlibet-Humboldt uscirà un suo reportage narrativo sugli spazi abbandonati del Sudovest americano.

Bibliografia minima

-Lawrence Weschler, Il gabinetto delle meraviglie di Mr Wilson (1995; Adelphi 1999)
-Michele Mari, Tu, sanguinosa infanzia (Einaudi 1997)
-Edgardo Franzosini, Raymond Isidore e la sua cattedrale (Adelphi 1995)
-Paolo Caredda, In un’altra parte della città. L’età d’oro delle cartoline (Isbn 2014)
-Richard de Fournival, Bestiario d’amore (1860; Mondadori 2003)

Filmografia minima
-King Kong (1933) di Merian C. Cooper e Ernest B. Schoedsack
-King Kong (2005) di Peter Jackson
-Nel paese delle creature selvagge (Where the Wild Things Are, 2009) di Spike Jonze
-Koyaanisqatsi (1982) di Godfrey Reggio
-Soy Cuba (1964) di Michail Kalatozov
-Viva le donne! (Footlight Parade, 1933) di Busby Berkeley e Lloyd Bacon
-Be Kind, Rewind (2008) di Michel Gondry

   

 08 Lorella Zanardo 1

Lunedì 23 novembre, ore 20.30

Nembro

Auditorium Modernissimo

piazza Libertà

 

"DONNA"

presenta Fabio Cleto

 !!!!!!!!!

Data modificata rispetto al calendario iniziale
28.11 ore 18.00
in Biblioteca

 

Lorella Zanardo (Milano, 1957) è attivista, scrittrice e documentarista. Membro della Commissione di Studio alla Camera per la Carta dei Diritti di Internet, da tempo esplora le potenzialità del corpo femminile attraverso la scrittura, il teatro, la danza e il canto. Il suo documentario Il corpo delle donne (realizzato nel 2009 con Cesare Cantù e Marco Malfi Chindemi), che denuncia la rappresentazione del femminile nella televisione italiana, è stato un autentico caso mediale, con milioni di visualizzazioni in rete (prima sul sito www.ilcorpodelledonne.com, poi su YouTube, dove è stato reso integralmente disponibile). Ne testimonia la genesi il volume Il corpo delle donne (Feltrinelli 2010), in cui si rivendica la possibilità, oltre che l’urgenza, di intervento attivo sui media e sulle loro rappresentazioni. Ancora per Feltrinelli è apparso nel 2012 il volume Senza chiedere il permesso. Come cambiamo la tv (e l’Italia).

Bibliografia minima

-Goliarda Sapienza, L’Arte della gioia, (Einaudi 2014)
-Clarissa Pinkola Estes, Donne che corrono coi lupi (Frassinelli 2011)
-Wislawa Szymborska, Opere (Adelphi 2008)
-Antonia Pozzi, Tutte le opere (Garzanti 1999)
-Edward C. Whitmont, Il Sorriso della Leonessa (Piemme 1999) 

 Filmografia minima

-Giulia (Julia, 1977) di Fred Zinnemann
-Thelma & Louise (1991) di Ridley Scott
-Dies Irae (1943) di Carl Theodor Dryer
-Ordet (1955) di Carl Theodor Dryer

   

 Zucca

Sabato 7 novembre, ore 18.00

Casirate d'Adda

Centro civico "I Cento Passi"

via Bergamina, 9

 

presenta Raul Montanari

Silvia Zucca è nata a Piacenza ma vive e lavora a Milano da sempre. Il suo romanzo d’esordio, Guida astrologica per cuori infranti (Editrice Nord), è stato venduto in 16 paesi ancora prima della pubblicazione e i diritti cinematografici italiani sono stati acquisiti da Endemol. Laureata in Lingue e letterature straniere presso l’Università Cattolica di Milano, ha affiancato allo studio della letteratura quello del cinema, diplomandosi in regia alla Civica scuola di cinema e televisione.
Nel 1999 un suo cortometraggio è stato selezionato al Festival Efebo d’Oro di Agrigento. Ha tradotto il secondo fortunato volume di E.L. James, Cinquanta sfumature di nero (Mondadori) e un centinaio di altri titoli.

I suoi film preferiti

- Ladyhawke di Richard Donner
- L’età dell’innocenza di Martin Scorsese
- Harry ti presento Sally di Rob Reiner

   

 

Raul Montanari 300

Raul Montanari dirige il festival letterario Presente Prossimo dal 2008. Ha pubblicato tredici romanzi e tre libri di racconti. I più noti: La perfezione (Feltrinelli 1994) e, per Baldini & Castoldi, Che cosa hai fatto, Chiudi gli occhi, L’esistenza di dio, La prima notte, Strane cose domani (premio Bari, premio Siderno e voto degli studenti alla selezione Premio Strega 2010). Più di cento suoi racconti sono usciti in antologie, quotidiani e periodici. Con Aldo Nove e Tiziano Scarpa ha scritto Nelle galassie oggi come oggi (Einaudi), insolito bestseller nel campo della poesia. Ha pubblicato il saggio Il Cristo zen (Indiana 2011), oltre a numerosi articoli, opere teatrali, sceneggiature e traduzioni dalle lingue classiche e moderne (Sofocle, Seneca, Shakespeare, Poe, Stevenson, Wilde, Borges, Cormac McCarthy fra gli altri). Dirige dal 1999 una delle più importanti scuole italiane di scrittura creativa. Il suo ultimo libro è il romanzo Il regno degli amici (Einaudi 2015), vincitore del premio Città di Vigevano 2015.

   

 

01 Fabio Cleto 1

Fabio Cleto (Bergamo 1967), saggista e critico, insegna Letteratura inglese e Storia culturale all’Università di Bergamo, dove dirige l’ORA – Osservatorio sui Segni del Tempo. Si occupa di immaginari della cultura di massa e storia del presente. Fra i suoi libri, Camp: Queer Aesthetics and the Performing Subject (University of Michigan Press 1999), testo di riferimento nelle università di tutto il mondo, PopCamp (Marcos y Marcos 2008) e Intrigo internazionale. Pop, chic, spie degli anni Sessanta (il Saggiatore 2013), Fuori scena. Gli anni zero e l'economia culturale dell'osceno (ECIG 2014). Ha inoltre pubblicato volumi su teoria letteraria e dissenso culturale otto-novecentesco, scrittura edoardiana, politica del soggetto e sapere del margine, queer pulp statunitense e cultura del contemporaneo. Ha collaborato con testate giornalistiche, radiofoniche e televisive.

Bibliografia essenziale

- Douglas Rushkoff, Presente continuo. Quando tutto accade ora (Codice 2013)
- Gustavo Zagrebelsky, Contro la dittatura del presente. Perché è necessario un discorso sui fini (Laterza 2014)
- Marc Augé, Futuro (Bollati Boringhieri 2012)
- Emiliano Morreale, L’invenzione della nostalgia. Il vintage nel cinema italiano e dintorni (Donzelli 2009)
- Simon Reynolds, Retromania. Musica, cultura pop e la nostra ossessione per il passato (Isbn 2011)

Filmografia minima

-Incontri ravvicinati del terzo tipo (Close Encounters of the Third Kind, 1977) di Steven Spielberg
-E.T. l’extra-terrestre (E.T. the Extra-Terrestrial, 1982) di Steven Spielberg
-Ritorno al futuro (Back to the Future, 1985) di Robert Zemeckis
-Ricomincio da capo (Groundhog Day, 1993) di Harold Ramis
-Wall-E (2008) di Andrew Stanton
-The Zero Theorem (2014) di Terry Gilliam