Sabato 15 ottobre
ore 18.00

 

Pradalunga

Auditorium Scuola Media "Paolo VI"
via Aldo Moro, 5

 presenta Dario Consonni

Ugo Cornia

Ugo Cornia è nato a Modena nel 1965. Suoi racconti sono apparsi su “Il Semplice” e su “Diario”. Ha pubblicato con Sellerio i romanzi Sulla felicità a oltranza (1999), Quasi amore (2001), Roma (2004) e Le pratiche del disgusto (2007); ha pubblicato inoltre: Modena è piccolissima (con Giuliano Della Casa; edt, 2009), Operette ipotetiche (Quodlibet, 2010) e Autobiografia della mia infanzia (Topipittori, 2010). Per Feltrinelli sono usciti: Le storie di mia zia (2008), Il professionale. Avventure scolastiche (2012), Animali (2014) e Buchi (2016).

     

Venerdì 21 ottobre
ore 20.30

Gandino

Auditorium Biblioteca
piazza Vittorio Veneto, 9

 "DISERZIONE"

presenta Fabio Cleto

Mimmo Franzinelli

Mimmo Franzinelli  (Brescia 1954) è fra i maggiori studiosi del fascismo e dell’Italia del Novecento. Ha scritto e curato numerosi libri, fra i quali I tentacoli dell’Ovra. Agenti, collaboratori e vittime della polizia politica fascista (Bollati Boringhieri 1999), Delatori. Spie e confidenti anonimi. L’arma segreta del regime fascista (Mondadori 2001, Feltrinelli 2012), Guerra di spie (2004), L’amnistia Togliatti (Mondadori 2006), La sottile linea nera (Rizzoli 2008), Autopsia di un falso. I diari di Mussolini e la manipolazione della storia(Bollati Boringhieri 2011), Il Giro d’Italia. Dai pionieri agli anni d’oro (Feltrinelli, 2013), Il duce e le donne (Mondadori, 2013), L’arma segreta del Duce. La vera storia del carteggio Churchill-Mussolini (2015) e il recente Disertori. Una storia mai raccontata della seconda guerra mondiale (Mondadori 2016). Alla storia del rock ha invece dedicato Rock music. Gli artisti e gli album che hanno fatto un’epoca: gli anni sessanta (Mondadori, 2005) eRock & servizi segreti. Musicisti sotto tiro (Bollati Boringhieri, 2010). Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, fra cui il Premio Viareggio, il Premio Benedetto Croce, il Premio Basilicata, il Premio Ignazio Silone.

     

Sabato 22 ottobre
ore 18.00

Treviglio

TNT Teatro Nuovo Treviglio
Piazza Garibaldi

presenta Raul Montanari

Viola Di Grado

Viola Di Grado è figlia di Antonio Di Grado, italianista e uno dei massimi studiosi di Sciascia e De Roberto, e di Elvira Seminara, scrittrice. Si è laureata in lingue orientali a Torino. Ha viaggiato in Cina e Giappone specializzandosi in filosofia cinese a Londra. Il suo primo romanzo Settanta acrilico trenta lana è stato pubblicato da e/o nel 2011 e nel 2012, secondo il Marin Independet Journal, è stato tra i 10 romanzi più venduti negli Stati Uniti. Ha pubblicato inoltre Cuore cavo (2013) con e/o e Bambini di ferro nel 2016 con la nuova casa editrice La nave di Teseo.

       

Venerdì 28 ottobre
ore 20.30

Alzano Lombardo

Sala consiliare del Municipio
già Palazzo Pelliccioli dal Portone
Via Mazzini 69

"CONFINE"

presenta Fabio Cleto


Martedi 29 novembre al cinema

Marco Aime

Marco Aime (Torino 1956)insegna Antropologia culturale all’Università di Genova. Fra i più significativi intellettuali italiani, ha pubblicato fra l’altro Eccessi di culture (Einaudi 2004), Una bella differenza. Alla scoperta delle diversità nel mondo (Einaudi 2009, 2016), Il dono al tempo di Internet (con Anna Cossetta, Einaudi 2010), L’altro e l’altrove. Antropologia, geografia e turismo (con Davide Papotti, Einaudi 2012), Cultura (Bollati Boringhieri 2013), La macchia della razza. Storie di ordinaria discriminazione (Elèuthera 2013), Etnografia del quotidiano (Elèuthera 2014), La fatica di diventare grandi. La scomparsa dei riti di passaggio (con Gustavo Pietropolli Charmet, Einaudi 2014) e Contro il razzismo (con Guido Barbujani, Clelia Bartoli e Federico Faloppa, Einaudi 2016). È autore anche di narrativa: fra le sue opere, Sensi di viaggio (Ponte alle Grazie 2005, 2016), Rubare l’erba (Ponte alle Grazie 2011), All’Avogadro si cominciava a ottobre (Agenzia X 2014) e Senza sponda. Perché l’Italia non è più un paese di accoglienza (UTET 2015).

     

Sabato 29 ottobre
ore 18.00

Leffe

Auditorium "Pezzoli"
via Passaggio Musicanti Leffesi, 14

presenta Dario Consonni

Angelo Ferracuti

Angelo Ferracuti è nato a Fermo nel 1960. Ha pubblicato raccolte di racconti e romanzi, fra cui Attenti al cane (Guanda, 1999), ma soprattutto libri di reportage come Le risorse umane (Feltrinelli, 2006), Viaggi da Fermo (Laterza, 2009), Il costo della vita (Einaudi, 2103), Andare, camminare, lavorare. L’Italia raccontata dai portalettere (Feltrinelli, 2015), Addio - il romanzo della fine del lavoro (Chiarelettere, 2016). Per Feltrinelli ha curato, insieme ad Andrea Cortellessa, la Cometa Romanzi di Luigi di Ruscio (2014). Collabora con alcuni quotidiani e dirige per Ediesse (Cgil) la collana Carta bianca.

     

 Venerdì 4 novembre
ore 20.30

Villa di Serio

Auditorium
Biblioteca comunale popolare
via Papa Giovanni XXIII, 60

"SPORT" 

presenta Fabio Cleto 

Gianni Mura

Gianni Mura  (Milano 1945) è fra i maestri del giornalismo sportivo italiano, erede della grande tradizione inaugurata da Gianni Brera. Dal 1976 scrive sulle pagine sportive di Repubblica; dal 1991 firma con la moglie Paola una rubrica di enogastronomia sul Venerdì. Un’antologia dei suoi articoli sportivi, Non gioco più, me ne vado. Gregari e campioni, coppe e bidoni, è apparsa nel 2013 per i tipi de ilSaggiatore. Al ciclismo è dedicato La fiamma rossa. Storie e strade dei miei Tour (minimum fax 2008, 2012) Un “viaggio nell'Italia di ieri e di oggi attraverso l'inesauribile varietà della sua ristorazione” è invece Non c’è gusto (minimum fax 2015). È inoltre autore dei romanzi Giallo su giallo (Feltrinelli 2007) e Ischia (Feltrinelli 2012), e del libro-intervista Tanti amori. Conversazioni con Marco Manzoni (Feltrinelli 2013). Nel 2011 gli è stato conferito il premio Coni alla carriera.

     

 Sabato 5 novembre
ore 18.00

Villa di Serio

Auditorium
Biblioteca comunale popolare
via Papa Giovanni XXIII, 60

presenta Dario Consonni

Stefano Valenti

Stefano Valenti (1964), valtellinese, vive a Milano. Ultimati gli studi artistici, si è dedicato alla traduzione letteraria. Il suo romanzo d’esordio, La fabbrica del panico (Feltrinelli 2013), ha vinto il Premio Campiello Opera Prima 2014, il Premio Volponi Opera Prima 2014 e il Premio Nazionale di Narrativa Bergamo 2015. Ha ancora pubblicato con Feltrinelli Rosso nella notte bianca (2016). Per i “Classici” ha tradotto Germinale (2013) di Émile Zola e Il giro del mondo in ottanta giorni (2014) di Jules Verne.

     

 Sabato 12 novembre
ore 18.00

Albino

Auditorium "B.Cuminetti"
via Aldo Moro, 4 

presenta Giorgio Personelli

Simonetta Agnello Hornby

Simonetta Agnello Hornby è nata e cresciuta a Palermo. Laureata in giurisprudenza e sposata con un inglese ha vissuto all’estero negli Stati Uniti, in Zambia e dal 1970 a Londra. Dagli anni ottanta si occupa di diritto di famiglia e dei minori per lo studio legale da lei fondato. Ha pubblicato La Mennulara (2002), La zia marchesa (2004), Boccamurata (2007) Vento scomposto (2009), La monaca (2010), La cucina del buon gusto (con M.R. Luzzati, 2012), Il veleno dell’oleandro (2013) e Caffè amaro (2016). Collabora con la Global Foundation for the Elimination of Domestic Violence.

     

 Venerdì 18 novembre
ore 20.30

Bergamo

Domus
piazza Dante

 "MITI"

presenta Fabio Cleto

Martedi 6 dicembre al cinema

Peppino Ortoleva

Peppino Ortoleva (Napoli 1948), studioso di storia e teoria dei mezzi di comunicazione, curatore di mostre, musei e programmi radiofonici, insegna all’Università degli Studi di Torino. Ha indagato il ruolo dei media nella diffusione della conoscenza storica, nonché le conseguenze sociali e culturali dell’innovazione mediatica. Tra le sue principali pubblicazioni si ricordano Un ventennio a colori. Televisione privata e società italiana (Giunti 1995), Cinema e storia (Loescher, 1991), Mediastoria. Comunicazione e cambiamento sociale nel mondo contemporaneo (ilSaggiatore 2002), L’enciclopedia della radio (con Barbara Scaramucci, Garzanti 2003), Le onde del futuro. Presente e tendenze della radio in Italia (Giovanni Cordoni e Nicoletta Verna, Costa & Nolan 2006) e Il secolo dei media (ilSaggiatore 2009). Di prossima pubblicazione per ilSaggiatore, un suo studio dedicato alle mitologie contemporanee. È presidente di Mediasfera, società di ricerca e progettazione culturale.

     

 Sabato 19 novembre
ore 18.00

Ranica

Auditorium Centro Culturale
"Roberto Gritti"
Passaggio Scipero di Ranica 1909

 presenta Giorgio Personelli

Melania Mazzucco

Melania Gaia Mazzucco è una scrittrice italiana molto letta e molto celebre. La sua attività artistica non si limita ai romanzi. Numerosissime sono le sue ricerche sulla storia dell’arte pubblicate sui maggiori quotidiani italiani. Ha pubblicato tra gli altri Vita (Premio Strega 2003), Un giorno perfetto (2005, da cui è tratto il film di Ozpetek), La lunga attesa dell'angelo (2008, Premio Bagutta 2009), Jacomo Tintoretto e i suoi figli (2009), Limbo (2012, da cui è tratto un telefilm), Il bassotto e la regina (2013), Sei come sei. Nel 2014 ha pubblicato il volume Il museo del mondo.si diploma come attore all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma nel 1988.

     

 Venerdì 25 novembre
ore 20.30

Bergamo

Domus
piazza Dante

"CREATIVITÀ"

presenta Fabio Cleto

Martedi 13 dicembre al cinema

Annamaria Testa

Annamaria Testa (Milano 1953), giornalista, consulente e pubblicitaria di chiara fama, si occupa di creatività e comunicazione. Insegna all’università Bocconi di Milano. Dal 2012 fa parte della Hall of Fame dell’Art Directors Club Italiano. Ha pubblicato numerosi volumi, fra cui La pubblicità (ilMulino 2000), Le vie del senso. Come dire cose opposte con le stesse parole (Carocci 2004), La creatività a più voci (Laterza 2005), La trama lucente. Che cos’è la creatività, perché ci appartiene, come funziona (Rizzoli 2010) e Minuti scritti - 12 esercizi di pensiero e scrittura (Rizzoli 2013). Cura il sito Nuovo e utile (http://nuovo e utile.it), dedicato alle teorie e pratiche della creatività.

     

 Sabato 26 novembre
ore 18.00

Caravaggio

Centro Civico "San Bernardino"
Viale Papa Giovanni XXIII, 17

 presenta Raul Montanari

Pino Roveredo

Pino Roveredo è nato nel 1954 a Trieste da una famiglia di artigiani: il padre era calzolaio. Dopo varie esperienze (e salite) di vita, ha lavorato per anni in fabbrica. Operatore di strada, scrittore e giornalista, fa parte di varie organizzazioni umanitarie che operano in favore delle categorie disagiate. Tra le sue opere, Schizzi di vino in brodo (2000), Ballando con Cecilia (Bompiani 2014), Mastica e sputa (Bompiani 2016). Ha pubblicato inoltre Mandami a dire (2005, Premio Campiello), Caracreatura (2007), Attenti alle rose (2009), La melodia del corvo (2010), Mio padre votava Berlinguer (2012).

     
  Venerdì 2 dicembre
ore 20.30

Bergamo

Domus
piazza Dante

"DISINCANTO'"

presenta Fabio Cleto

Marco Marzano

Marco Marzano (Torino, 1963) insegna Sociologia all’Università di Bergamo. Si occupa di religione e secolarizzazione, di malattia e stigma, di metodologia ed etica della ricerca sociale. Tra i suoi lavori Il cattolico e il suo doppio (Franco Angeli 1996), Scene Finali. Morire di cancro in Italia (il Mulino 2004), Etnografia e ricerca sociale (Laterza 2006), Cattolicesimo magico (Bompiani 2009), Quel che resta dei cattolici. Inchiesta sulla crisi della chiesa in Italia (Feltrinelli 2012) e Inchiesta sui cattolici al tempo di Francesco (Il Fatto Quotidiano 2015).

     

 Sabato 3 dicembre
ore 19.00

Ponteranica

Auditorium Comunale
via Valbona

 presenta Raul Montanari

Andrea De Carlo

Andrea De Carlo nato a Milano, ha cominciato a scrivere quando era al liceo. Laureato in Lettere moderne ha trascorso lunghi periodi all’estero. Il suo primo romanzo Treno di panna è stato letto da Italo Calvino che ha scritto anche la quarta di copertina. È stato assistente di Federico Fellini e ha girato il documentario Le facce di Fellini. Ha pubblicato tra gli altri Due di due, Tecniche di seduzione, Arcodamore, Di noi tre, Giro di vento, Mare delle verità, Durante, Leielui, Villa Metaphora, Cuore primitivo e L’imperfetta meraviglia (Giunti, 2016). I suoi romanzi sono tradotti in 26 paesi.

     

 Sabato 10 dicembre
ore 18.00

Martinengo

Auditorium Il Filandone
via Allegreni, 37

 presenta Dario Consonni

Ermanno Cavazzoni

Ermanno Cavazzoni è nato nel 1947 a Reggio Emilia, vive a Bologna dove insegna all’Università. Ha scritto libri di narrativa, ma sempre piuttosto anormali, che lui definisce “sfoghi di maniacalità”. Ha scritto Il poema dei lunatici (1987, dal quale Federico Fellini ha tratto La voce della luna), Le tentazioni di Girolamo (1991), Vite brevi di idioti (1994), Cirenaica (1999), Gli scrittori inutili (2002), Storia naturale dei giganti (2007), e altro ancora fino a Gli eremiti del deserto (Quodlibet 2016). Dice di aver imparato quel poco che sa da Federico Fellini e da Gianni Celati, «lavorando con loro a bottega».

     

 Domenica 11 dicembre
ore 17.00

Trescore Balneario

Sala Parrocchiale dell'Oratorio
via Locatelli, 102

presenta Dario Consonni

Eraldo Affinati

Eraldo Affinati è nato a Roma (1956) dove vive e insegna letteratura Città dei Ragazzi. Pubblica articoli sui più importanti quotidiani e settimanali. Ha curato l'edizione completa delle opere di Mario Rigoni Stern, Storie dall'Altipiano ("I Meridiani", 2003). È autore, insieme alla moglie Anna Luce Lenzi, di Italiani anche noi. Corso di italiano per stranieri. Il libro della scuola Penny Wirton (2011). Tra gli altri ha pubblicato Peregrin d'amore (2010), L'11 settembre di Eddy il ribelle (2011), Elogio del ripetente (2013), Vita di vita (2014), L'uomo del futuro (2016).

     
 Venerdì 16 dicembre
ore 20.30

Treviglio

Auditorium Centro Civico
Largo Marinai d'Italia

 "GIOCO"

presenta Fabio Cleto

Martedi 24 gennaio al cinema

Stefano Bartezzaghi

Stefano Bartezzaghi (Milano, 1962), giornalista, scrittore e semiologo, viene da una famiglia di enigmisti - il padre, Piero, era un famoso cruciverbista. Insegna Semiotica e Teorie della Creatività allo IULM di Milano, e dirige Il senso del ridicolo, festival di Livorno sull’umorismo. Collabora con la Repubblica e con l’Espresso, con rubriche di giochi (Lessico e nuvole) e di linguistica (Lapsus, Come dire), Fra le sue opere, i volumi Sfiga all’ok Corral (Einaudi 1998), Lezioni di enigmistica (Einaudi 2001), Incontri con la Sfinge. Nuove lezioni di enigmistica (Einaudi 2004), Non ne ho la più squallida idea (Mondadori, 2006), L’orizzonte verticale. Invenzione e storia del cruciverba (Einaudi 2007, 2013), La posta in gioco (Einaudi 2007), Non se ne può più. Il libro dei tormentoni (Mondadori 2010), Scrittori giocatori (Einaudi 2010), Come dire. Galateo della comunicazione (Mondadori 2011), Una telefonata con Primo Levi (Einaudi 2012), Dando buca a Godot. Giochi insonni di personaggi in cerca di aurore (Einaudi 2012), Il falo delle novità. La creatività al tempo dei cellulari intelligenti (Utet, 2013), M. Una metronovela (Einaudi 2015), e La ludoteca di Babele (Utet 2016).

     

 Sabato 17 dicembre
ore 18.00

Clusone

Sala Legrenzi
Palazzo Marinoni Barca
Via Clara Maffei, 3

 presenta Ornella Bramani

Carmine Abate

Carmine Abate è nato nel 1954 a Carfizzi, un paese arbëresh della Calabria. Emigrato da giovane ad Amburgo, oggi vive in Trentino. Ha esordito in Germania con Den Koffer und weg! (1984). Ha pubblicato libri di racconti, poesie, saggi e romanzi tra i quali Il ballo tondo (1991), Il muro dei muri (1993), La moto di Scanderbeg (1999), Tra due mari (2002), La festa del ritorno (2004, selezione Campiello), Gli anni veloci (2008), La collina del vento (Campiello 2012), La felicità dell’attesa (2015) e Il banchetto di nozze e altri sapori (2016). I suoi libri sono tradotti in numerosi paesi stranieri.

     

 Venerdì 20 gennaio
ore 20.30

Albino

Auditorium "B. Cuminetti"
via Aldo Moro, 4

 "INFANZIA"

presenta Fabio Cleto

Martedi 31 gennaio al cinema

Silvia Vegetti Finzi

Silvia Vegetti Finzi (Brescia, 1938), figura di spicco della psicologia italiana, ha insegnato Psicologia clinica all’Università di Pavia. Si è occupata di storia della cultura, immaginario femminile, bioetica ed età evolutiva. Ha pubblicato numerose opere di rilievo (diverse delle quali sono state tradotte in francese, inglese, tedesco e spagnolo), fra le quali Storia della psicoanalisi (Mondadori 1986), Volere un figlio. La nuova maternità fra natura e scienza (Mondadori, 1997), Il romanzo della famiglia. Passioni e ragioni del vivere insieme (Mondadori 1992), Psicoanalisi ed educazione sessuale (Laterza 1994), Storia delle passioni (cur., Laterza 1997), Quando i genitori si dividono (Mondadori 2005), Nuovi nonni per nuovi nipoti. La gioia di un incontro (Mondadori 2008), L’età incerta. I nuovi adolescenti (con Annamaria Battistin, Mondadori. 2011) e Una bambina senza stella. Le risorse segrete dell’infanzia per superare le difficoltà della vita (Rizzoli 2015). Collabora con interventi di divulgazione scientifica con testate giornalistiche (il Corriere della Sera, IoDonna, Insieme)e con programmi televisivi (cura una rubrica su Sky).

     
!! EVENTO RINVIATO
A FINE MARZO data da definire !!
Sabato 21 gennaio
ore 18.00

Treviglio

TNT Teatro Nuovo Treviglio
Piazza Garibaldi

presenta Dario Consonni

Simona Vinci

 

Simona Vinci è nata a Milano nel 1970 e vive a Bologna. Il suo primo romanzo, Dei bambini non si sa niente (2009), ha riscosso un grande successo ed è stato tradotto in numerosi altri paesi, tra i quali gli Stati Uniti. Per Einaudi sono usciti la raccolta di racconti In tutti i sensi come l'amore (1999) e i romanzi Come prima delle madri(2003), Brother and Sister (2004), Stanza 411 (2006), Strada Provinciale Tre (2007) e La prima verità (2016) con cui ha vinto il Premio Campiello. Per i lettori più giovani ha pubblicato Corri, Matilda e Matildacity (1998).

     

  Giovedi 26 gennaio
ore 20.30

Gandino

Cinema Teatro "Loverini"
Via San Giovanni Bosco, 10

presenta Raul Montanari

Mauro Corona

Mauro Corona ha seguito fin da bambino il nonno paterno (intagliatore) in giro per i boschi. Intanto, il padre lo portava a conoscere tutte le montagne della valle. Dal primo ha ereditato la passione per il legno, diventando uno degli scultori lignei più apprezzati d'Europa; dal secondo invece l'amore per la montagna. Alpinista e arrampicatore fortissimo, Mauro Corona ha aperto oltre trecento nuovi itinerari di roccia sulle Dolomiti d'Oltre-Piave. Numerosi i suoi scritti; tra gli ultimi Favola in bianco e nero (Mondadori, 2015) e La via del sole (Mondadori, 2016).

     

 

Sabato 28 gennaio
ore 18.00

Villa di Serio

Auditorium
Biblioteca comunale popolare
via Papa Giovanni XXIII, 60

 Montanari virata

Raul Montanari ha pubblicato una ventina fra romanzi, saggi e libri di racconti. Fra i più noti, i romanzi La perfezione (1994), Chiudi gli occhi (2004), L’esistenza di dio (2006), La prima notte (2008), Strane cose, domani (2009, Premio Bari, Premio Siderno e Premio Strega Giovani), Sempre più vicino (2017), tutti pubblicati da Baldini & Castoldi, oltre che Il regno degli amici (2015, premio Vigevano, finalista premio Scerbanenco), e il saggio Il Cristo zen (2012). Con Aldo Nove e Tiziano Scarpa ha scritto Nelle galassie oggi come oggi (2001), insolito bestseller nel campo della poesia. Ha firmato opere teatrali, sceneggiature e importanti traduzioni dalle lingue classiche e moderne, da Sofocle a Shakespeare, da Poe a Cormac McCarthy. Dirige a Milano una famosa scuola di scrittura creativa.

     

Venerdì 3 febbraio
ore 20.30

Romano Lombardo

Palazzo Muratori
Piazza Roma

"CITTADINO"

presenta Fabio Cleto

Martedi 7 febbraio al cinema

Alessandro Dal Lago

Alessandro Dal Lago (Roma, 1947), sociologo dei processi culturali di fama internazionale, si è occupato in particolare di teoria delle scienze sociali, di conflitti armati, ultras, migrazioni e criminalità. È stato preside della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Genova, e ha insegnato in varie università italiane e straniere. Ha pubblicato numerosissimi volumi, fra cui Descrizione di una battaglia. I rituali del calcio (Il Mulino 1990), Polizia globale. Guerra e conflitti dopo l’11 settembre (Ombre Corte 2003), La città e le ombre. Crimini, criminali, cittadini (Feltrinelli 2004), Non-persone. L’esclusione dei migranti in una società globale (Feltrinelli 2004), Eroi di carta. Il caso Gomorra ed altre epopee (Manifestolibri 2010), Carnefici e spettatori. La nostra indifferenza verso la crudeltà (Cortina 2012), Clic! Grillo, Casaleggio e la demagogia elettronica (Cronopio 2013) e Pacifismo pratico. Sun Tzu e il terrorismo (Il melangolo 2016).

     

 Sabato 4 febbraio
ore 18.00

Treviglio

Auditorium Centro Civico
Largo Marinai d'Italia

 presenta Ornella Bramani

Mario Fortunato

Mario Fortunato è nato a Cirò (Kr) nel 1958. Ha diretto l’Istituto italiano di cultura di Londra, è critico letterario per “L’Espresso” e opinionista della “Süddeutsche Zeitung”. Si occupa inoltre di cinema, teatro, televisione e arte, ha infatti diretto dal 2004 al 2009 la Fondazione Antonio Ratti. Nel 2007 con I giorni innocenti della guerra ha vinto il Premio Mondello e Super Mondello. I suoi ultimi libri sono Allegra Street (2011), Il viaggio a Paros, (2012), L'Italia degli altri (2013), Le voci di Berlino (2014), Tre giorni a Parigi e Noi tre (Bompiani, 2016).

     

  Sabato 11 febbraio
ore 18.00

Alzano Lombardo

Sala consiliare del Municipio
già Palazzo Pelliccioli dal Portone
Via Mazzini 69

presenta Giorgio Personelli

Beatrice Masini

Beatrice Masini è nata a Milano dove vive e lavora. Giornalista, traduttrice (tra i suoi lavori i libri della saga di Harry Potter), editor, scrive storie e romanzi per bambini e ragazzi. Tentativi di botanica degli affetti, il suo primo romanzo per adulti (Bompiani, 2013), ha vinto il Premio Selezione Campiello, il Premio Alessandro Manzoni e il Premio Viadana. I suoi libri sono stati tradotti in quindici Paesi. Ha vinto il Premio Castello di Sanguinetto, il Premio Pippi, il Premio Elsa Morante e il Premio Andersen come miglior autrice.

     

 Sabato 18 febbraio
ore 18.00

Casirate d'Adda

Centro civico "Cento Passi"
via Bergamina, 9

presenta Giorgio Personelli

Salvatore Striano

Salvatore Striano è stato tante cose. Detenuto in Spagna e a Rebibbia, ha incontrato un maestro, Fabio Cavalli, che gli ha ricordato che lui era prima di tutto un attore. Da allora è stato un camorrista per Matteo Garrone, un rapinatore per Guido Lombardi e molti altri personaggi per cinema e tv. Nel 2012 interpreta Bruto nel film Cesare deve morire dei fratelli Taviani, tratto dal Giulio Cesare di Shakespeare. Come in carcere Shakespeare ha dato una nuova direzione alla sua vita. Ha pubblicato con Chiarelettere Teste matte (con Guido Lombardi) e La Tempesta di Sasà.

     

 Sabato 25 febbraio
ore 18.00

Ranica

Auditorium Centro Culturale
"Roberto Gritti"
Passaggio Scipero di Ranica 1909

"CULTURA"

presenta Fabio Cleto

 Sinibaldi

Marino Sinibaldi (Roma 1954), critico letterario, giornalista e conduttore di programmi radiofonici e televisivi per i quali ha ricevuto numerosi riconoscimenti, dal 2009 è direttore di Rai Radio3. Voce familiare al grande pubblico attraverso la trasmissione Fahrenheit, da lui ideata nel 1999, oltre che per interventi a festival della letteratura, incontri e presentazioni di libri, ha cofondato la rivista Linea d’ombra. Studioso dei movimenti fra ’68 e ’77, ha pubblicato fra l’altro Pulp. La letteratura nell’era della simultaneità (Donzelli 1997), la “conversazione a più voci” con Natalia Ginzburg in È difficile parlare di sé (Einaudi 1999) e Un millimetro in là. Intervista sulla cultura (Laterza 2014), curato da Giorgio Zanchini. Dal gennaio 2014 è presidente del Teatro di Roma.

     

 Sabato 4 marzo
ore 18.00

Nembro

Auditorium Modernissimo
Piazza Libertà

 presenta Giorgio Personelli

Andrea Vitali

 

Andrea Vitali è nato a Bellano (Co) nel 1956 dove ha esercitato la professione di medico di base fino a due anni fa. Scrittore molto prolifico, ha esordito nel 1990 con il romanzo breve Il procuratore, ispiratogli dai racconti di suo padre e non si è più fermato. Ha vinto il Premio letterario Piero Chiara con L'ombra di Marinetti, il Premio Grinzane con Una finestra vistalago, il Premio Bancarella con La figlia del Podestà. Con Almeno il cappello ha vinto il Premio Casanova, il Premio Isola di Arturo Elsa Morante, il Campiello sezione giuria dei letterati ed è stato finalista al Premio Strega. L’ultimo dei suoi moltissimi titoli è Premiata ditta Sorelle Ficcadenti (Rizzoli 2016). I suoi libri sono stati tradotti in molti paesi.